In Italia troppi bambini viaggiano
senza essere correttamente assicurati con gli appositi sistemi di
ritenuta.

Per trascuratezza forse, ma sopratutto
per la mancanza di informazioni!

Anche i genitori più consapevoli il
più delle volte si trovano disorientati di fronte ad un vasto
assortimento di prodotti e di certo sorgono dei dubbi sulla praticità
e la sicurezza di ognuno.

Ecco, allora una breve guida per
aiutarvi a fare la scelta giusta e per darvi delle risposte, di come
comportarsi tra le varie categorie di
seggiolini, scegliendo quello giusto in base al peso del bimbo, la
tipologia di attacchi e come installarli correttamente per evitare
che un montaggio errato ne comprometta l’utilità.

Individuare il modello più adatto al
proprio bambino significa farlo viaggiare comodo ma sopratutto
protetto, per questo la scelta di queste apparecchiature va fatta con
cura, provando il seggiolino (meglio con il bambino) e verificandone
la compatibilità con la vettura leggendo manuali d’uso per il
fissaggio corretto.

I
dispositivi di sicurezza si intendono omologati in base alla
normativa nazionale costituita dal Reg. ECE 44, che prevede quattro
classi di seggiolini così ripartite:


classe 0: per neonati o infanti inferiori ai 9 kg di peso


classe 1: per infanti da 9 a 18 kg di peso


classe 2: per bambini da 18 a 25 kg di peso


classe 3: per bambini da 25 a 35 kg di peso

Sul mercato si trovano prodotti che
possono soddisfare i requisiti di più categorie, grazie a riduttori
asportabili e meccanismi di allargamento, che accompagnano la
crescita del bambino e rendonono meno frequente la sostituzione del
sistema di ritenuta.

Il seggiolino si fissa alla vettura
tramite cinture di sicurezza o con gli attacchi isofix ed è bene
verificare che il bimbo sia comodo e che le gambe abbiano lo spazio
vitale necessario.

Fino
a 9 chili di peso il bimbo deve essere trasportato in senso contrario
alla marcia dell’auto.

Dopo i 10 chili si
può sistemare il seggiolino in senso di marcia.

Il
posto più adatto è il sedile posteriore, al centro
,
che protegge anche da eventuali urti laterali.

Lo
schienale del seggiolino deve essere ben appoggiato al sedile della
macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono sempre essere
allacciate, anche per brevi tragitti, I passeggeri di età superiore
ai 12 anni, o comunque di statura superiore a 150 cm vengono
considerati come degli adulti e hanno perciò l’obbligo di
utilizzare le cinture di sicurezza.

I
genitori, che sono i responsabili della salute, della sicurezza,
dell’educazione del bambino, devono ricordare l’obbligo dei
dispositivi di sicurezza anche nei tragitti più brevi e banali.

Buon
viaggio a grandi e piccini!

                                                                  www.lorenzihub.it